giovedì 31 luglio 2014

1 Congratulations

Ciao a tutti Copic fans ,eccomi di nuovo a proporvi una card per il blog di Copic Marker Europe.
Questa volta per il mio progetto ho utilizzato “Rosetta” un timbro digitale  di Wee Stamp.
Hello all Copic fans, I'm back to offer you a card for Copic Marker Europe blog. This time for my project I used "Rosetta" a digital stamp from Wee stamps.
Come dice il nome stesso ,  la protagonista  principale del timbro ,oltre alla ragazza , sono tantissime rose che fanno da contorno al personaggio .
Utilizzando i miei amati colori vintage,  per le rose  ho scelto  le tonalità della famiglia RV, mentre per gli abiti della ragazza quelli della famiglia BG.
As the name suggests, the main protagonist of the stamp, in addition to the girl, are lots of roses that surround the character. 
Using my beloved vintage colors for the roses I chose the shade of the family RV, while the clothes of the girl as the family BG. 
Mi sono divertita molto a colorare queste rose che sono davvero fantastiche!
Per valorizzare il timbro l’ho stampato con delle  dimensioni “importanti” , misura infatti 11 cm.
I had great fun coloring these roses that are really fantastic! To enhance the stamp I stamped with the size of the "important", it measures  11 cm. 
Restava davvero poco spazio per gli abbellimenti, quindi ho realizzato una CAS card con il bazzil in tinta unita della carta  pattern della Maya Design un fiocco di tulle una decorazione con una fustella Magnolia e pochissimo altro.
Remain very little space for embellishments, so I made ​​a CAS card with bazzil , paper pattern of the Maya Design and a tulle bow an embellishment die-cut with a Magnolia die ,and little else.
Il sentiment è un timbro di Avery Elle.
Spero che la mia card vi sia piaciuta, a presto.
The sentiment is an  Avery Elle stamp  .
I hope you enjoyed my card, see you soon.
Copic used:
Skin:E50-51-11
Hair:YR20-21-23-27
Roses:RV99-95-93-91 BG 90-93-96
Dress:BG 70-72-75
Wings:V0000-V000-RV91

Background:W0-1-3

Grazie per la visita 
Thanks for visiting
Vi aspetto gradite ospiti sulla mia pagina FB
Pin It!

martedì 29 luglio 2014

2 Si Belle

Buongiorno a tutti e ben tornati a visitare il mio blog.
Oggi ho preparato per Copic Italia  una card con un personaggio carinissimo della "The Paper Shelter".
Questo timbro si chiama Si Belle ed è di chiarissima ispirazione francese, una raffinata ragazza parigina che riceve una rosa da un misterioso ammiratore.
Ho scelto questa immagine perchè io adoro letteralmente Parigi (ci andrei sempre) e con questo personaggio e questa card voglio augurare a tutti voi buone vacanze(per chi ci deve ancora andare, naturalmente...LOL).
Ho scelto di colorare il mio personaggio giocando prevalentemente sulle tonalità rosso-grigio che a mio parere rendono ancora più grintosa e di impatto la ragazza .
Per la card ho utilizzato del bazzil in tinta unita e della carta della Maya Design.
Per realizzare i fiori e le foglie alcune fustelle della Magnolia, Spellbinder e Marianne Design.
Il sentiment è fustellato con delle Memory Box dies.
Un brads per il centro del fiore ed alcuni brillantini rossi hanno completato la mia card.
Grazie per la visita, a presto

Copic utilizzati:
Pelle: E000-00-01-11
Capelli:C00-1-3-5-9
Occhi B 00-02
Abito e scarpe e bicchiere:R20-22-24-29 C00-1-3-5
Tavolo:B000-00-02-05 e33-35-39
Rosa:YG 61-63-67  R 29-24-20
Ombra:W00-1-3

Grazie per la visita
Thanks for visiting

Vi aspetto gradite ospiti sulla mia pagina FB
Pin It!

sabato 26 luglio 2014

0 Tutorial: preparazione alla tecnica No Lines

Buongiorno a tutti,
oggi, come promesso nel precedente tutorial analizzeremo le fasi necessarie per stampare un timbro digitale in modo da procedere ad una colorazione No Lines.
Come spiegato l'altra volta la tecnica prevede di stampare il timbro con colori molto chiari (di solito grigio o marrone) in modo tale che una colorazione sopra di esso faccia scomparire completamente i tratti del disegno lasciando solo le sfumature di colore da noi realizzate.
Ecco la colorazione realizzata su un timbro della Wee Stamps.

Tutti i timbri digitali, sia che reperiamo gratuitamente in rete o compriamo nei negozi on-line, sono realizzati con tratti in nero. Come fare per trasformarli in grigio?
Analizziamo questa fase di lavorazione utilizzando sia il famosissimo Photoshop che l'altrettanto famoso programma gratuito Gimp.

GIMP
Ci accorgeremo che i passi sono abbastanza simili per entrambi.
Cominciamo da Gimp, che, ricordo ancora una volta, è un programma che possiamo tranquillamente reperire in rete, sia per piattaforma Windows che Mac, semplicemente ricercandolo in Google con la semplice frase "gimp download".
Si installa e si è subito pronti a lavorare.
Per prima cosa dobbiamo aprire un nuovo foglio di lavoro che dovrà essere delle dimensioni giuste per contenere il nostro timbro.
Andiamo quindi menu in alto e scegliamo dalla colonna "File" l'opzione "Nuova..."
Appare questa finestra:
 Analizziamola con calma.
Alle voci dimensioni occorre appunto digitare le dimensioni del foglio di lavoro. Io ho inserito 12x12 che poi Gimp ha arrotondato in 11,997.
Importante è selezionare il triangolino delle Opzioni avanzate e inserire la risoluzione che deve essere uguale al timbro da importare, di solito 300 dpi, che io ho inserito negli spazi appositi.
Premere OK e verrà creato il foglio di lavoro.
A questo punto importiamo il timbro.
Andiamo nella colonna "File" del menù in alto e scegliamo "Apri come livelli..."
Ci apparirà una finestra di ricerca sul nostro HD e, trovato il timbro desiderato, premiamo "Apri".
Apparirà il nostro bel timbro sul foglio da disegno precedentemente creato.
A questo punto guardiamo in alto a destro del nostro disegno e troviamo il menu dei livelli-gradienti.
 Avremo il livello del timbro selezionato (in grigio più chiaro) e sopra il grado di opacità. E' su questo valore che dovremo agire per schiarire il nostro timbro e portarlo all'intensità desiderata.
Dopo diverse prove ho realizzato che il giusto valore è intorno al 20%. Ho quindi digitato "20" nello spazio apposito. Naturalmente voi potrete sperimentare il valore che più vi aggrada.
Immediatamente il timbro si schiarisce ed è quindi pronto per essere stampato e successivamente colorato.
 Vediamo ora la corretta procedura se invece usiamo Photoshop.

PHOTOSHOP
Anche qui occorrerà creare un'area di lavoro delle dimensioni giuste per contenere il disegno.
Quindi andiamo nel menu in alto alla colonna "File" e scegliamo "Nuovo..."
Ci appare questa finestra: 
Anche qui come per Gimp dobbiamo indicare le dimensioni del foglio di lavoro (12x12) e la risoluzione (300dpi)
Premiamo "OK" e il foglio di lavoro è creato.
Adesso dobbiamo inserire il timbro.
Andiamo sempre nella colonna "File" e scegliamo "Inserisci..."
Dalla solita finestra di scelta cerchiamo la posizione del timbro nel nostro HD e confermiamo.
Il timbro sarò inserito nel foglio di lavoro sotto forma di layer.
Confermato l'inserimento premendo il "flag" in alto spostiamoci sul menu dei layer e selezionato quello contente il timbro. Variamo il grado di opacità fino a portarlo alla percentuale voluta. Io ho scelto il 20% ma potete sperimentare altre cifre.
 Anche in questo caso immediatamente il tratto del disegno si trasformerà da nero ad un grigio leggero indispensabile per iniziare a colorare.
A questo punto basta solo stampare e il gioco è fatto.
Questo è il mio risultato finale:
E questi, ricordo, sono i Copic utilizzati:
Pelle: E50/51/53
Capelli e piume: C1/3/5/9
Vestito: BG90/93/96/99
Scarpe: B00/02/05
Farfalle: Y11/21 R20/22
Copricapo: R22/24 Y11/15/18 E13/15/17
Roccia: E41/42/43/44

Grazie,







Vi aspetto gradite ospiti sulla mia pagina FB
Pin It!

mercoledì 16 luglio 2014

4 Be happy!

Buona serata a tutti ,carissimi amiche (e amici, of course!):
Ogg vi propongo una nuova card che ho preparato per Copic Italia utilizzando il timbro digitale "Hopeful" di Wee Stamp.
E' un soggetto un pochino differente dalle consuete fatine di Sylvia Zet, ed è per questo che l'ho scelto.
Anche se ho una predilezione per delle marche di timbri digitali (come ad esempio la Wee,appunto), mi piace provare a colorare un pò di tutto proprio per mettermi alla prova e migliorare la mia tecnica.
Questa ragazza tiene in mano una lampada con una candela accesa, ed ho sfruttato questo particolare per creare una colorazione che enfatizzasse ancora di più l'effetto della luce delicata del punto luce.
Per i jeans ho scelto una palette della famiglia B che ho abbinato ad una camicia colorata con i colori della famiglia N.
I fiori gialli hanno rallegrato tutta la scena con un bel tocco brillante.
Per realizzare la card ho utilizzato bazzil in tinta unita, carta pattern Graphic 45 (ma quanto è bella?) un punch Martha Stewart , delle piccolissime perle in tinta ,un nastrino e un bellissimo bottone giallo per creare una chiusura un pò diversa.
Grazie per avermi seguita,  al prossimo progetto.

Ciao ciao
Copic utilizzati:
Pelle: E000-00-11-93-95
Capelli: E40-41-43-44-47
Pantaloni:B60-63-66-BV 23
Top.N 5-3-1-0-
Lampada.C5-3-1-00-Y11-(blender e Y0000 per la luce)
Fiori.Y18-15-11-0000
Erba:BG90-93-96





Grazie per la visita
Thanks for visiting

Vi aspetto gradite ospiti sulla mia pagina FB
Pin It!

sabato 12 luglio 2014

4 Tutorial: no lines

Per questo Sabato d'estate vediamo insieme a Maurizio come realizzare una colorazione con la no-lines technique.
Buongiorno a tutti,
con il tutorial di oggi affrontiamo una tecnica di colorazione tra le più complesse. La no lines technique qui applicata sul timbro della Wee Stamps "Wyanet",
In pratica si tratta di stampare un timbro (sia digitale che in gomma) con colori molto chiari (di solito beige o grigio) e sopra questo applicare la colorazione. Così facendo si perdono le linee del disegno lasciando solo la colorazione.
L'effetto è meno incisivo ma molto d'impatto, come se fosse dipinto senza alcun tratto guida, direttamente sul foglio.
La difficoltà sta proprio nell'assenza di linee di riferimento che spariscono colorando e nel riproporre con i chiaro scuri gli stacchi tra le parti che inevitabilmente si perdono durante il lavoro.
Ma partiamo dall'inizio, dal nostro timbro. Come detto prima va realizzato con colori chiari perchè lo scopo è, come ormai avrete compreso, che scompaia una volta terminata la colorazione. Per la realizzazione del timbro digitale vi rimando al prossimo tutorial dove vedremo come farlo.
Il mio l'ho realizzato da un timbro digitale in grigio chiaro. Una volta pronto dovremo per prima cosa ripassare gli occhi con un multiliner nero della Copic (io ne ho utilizzato uno dello spessore di 0.05) per dare la giusta evidenza alla parte.
E' fondamentale prima di iniziare a colorare realizzare uno studio in bianco/nero che avrà lo scopo di fornire non solo una traccia certa da seguire nella colorazione ma anche di avere le linee del disegno come riferimento (che scompariranno invece nel nostro lavoro). Ecco come l'ho realizzato.
Si parte a colorare.
Già con i capelli si intuisce come sia più complicato procedere nella colorazione, i tratti a confine devono essere netti e seguire le linee del disegno che non ci sono più. Soprattutto gli stacchi delle parti devono essere rispettati ed evidenziati giocando su un rapporto di luci e ombre. Ovviamente non avendo linee saranno solo le differenze di colore a generare le divisioni delle ciocche di capelli. Occorre prestare molta attenzione nel realizzare i tratti di confine che devono essere netti ed estremamente precisi. Nessun errore può essere tollerato. Mi trovo speso a trattenere il fiato mentre li realizzo!
Trovo che il risultato finale sia decisamente migliore della colorazione con le linee donando al risultato un aspetto più naturale.
Anche il vestito porta con se le stesse difficoltà. Occorre prestare attenzione alle linee divisorie tra le gambe e il busto. La soluzione, ancora una volta, è quella di alternare sapientemente zone scure a zone chiare ed eventualmente rimarcare il tutto con linee sottili più scure qui per esempio realizzate per evidenziare lo stacco della gamba sinistra.
La colorazione continua con la coda dei capelli. Per terminare il tutto occorre utilizzare nuovamente il multiliner per completare i singoli capelli e le terminazioni a punta delle ciocche.
La roccia dove appoggia la piccola squaw mette a dura prova le nostre capacità. Occorre con pazienza creare le varie asperità senza contare su linee di riferimento ma semplicemente affidandosi alle variazioni cromatiche. Anche qui però il risultato è molto più naturale.
Ora dobbiamo prestare attenzioni alle decorazioni che, in puro stile pellirossa, erano molto colorate e appariscenti. Le linee di confine dovranno essere nette e il più possibili precise dato che sostituiranno le linee del disegno. 
Piume e farfalle completeranno il tutto. Ancora una volta ci verrà in aiuto il multiliner per definire il corpo delle farfalle.
 
Spero che questo piccolo tutorial vi convinca a provare questo particolare modo di colorare i nostri timbri.

Copic utilizzati:
Pelle: E50/51/53
Capelli e piume: C1/3/5/9
Vestito: BG90/93/96/99
Scarpe: B00/02/05
Farfalle: Y11/21 R20/22
Copricapo: R22/24 Y11/15/18 E13/15/17
Roccia: E41/42/43/44

Grazie.


Vi aspetto gradite ospiti sulla mia pagina FB
Pin It!